tel. 348.9052386 | www.coronadiciliegie.com | teatroscuola.coronadiciliegie@gmail.com

©copyright corona di ciliegie 2016   |   associazione con sede legale in via L. Manara 9, Monza (MB) 20900   |   C.F./P.IVA 09673010964

  • seguici su...

Martedì 17 marzo 2020 h 10.15

al Teatro Villoresi di Monza

di e con Giacomo Anderle e Alessio Kogoj

compagnia I Teatri Soffiati & Finisterrae Teatri

 

tema fiaba
linguaggi teatro d'attore, clownerie

durata 50 minuti
età consigliata 3-10 anni

biglietti interi € 6,50

biglietti ridotti € 5

Scarica la

PRESENTAZIONE >

Pasta e fagioli: un piatto antico, di cui si ignora con esattezza “luogo e data di nascita”, ma di cui ognuno custodisce la ricetta vera e originale. Un piatto povero, ma gustoso e nutriente che ha rifocillato e sostenuto innumerevoli generazioni. Così è per le fiabe, nate non si sa come, non si sa dove, costante alimento dell’immaginario di grandi e piccini.


Anche Eso e Fedo, due orfanelli già ospiti del pio ospizio di Marshalsea ed ora irrimediabilmente votati al vagabondaggio, sono cresciuti a fiabe e favole, scoprendo in esse fondamentali insegnamenti per la vita. Raggiunta la maggior età, i due percorrono sicuri le vie del mondo arrangiandosi alla bell’e meglio e cercando di tirar su qualche soldo con il loro ricco repertorio di storie. E poco importa se alla morale delle favole si aggiungono altri insegnamenti raccolti strada facendo e se i racconti si condiscono con la fame che non dà loro tregua. E così, manco a dirlo, può succedere che i fagioli del piatto si mescolino a quelli della fantasia, dando vita ad un racconto che, se non riempie proprio la pancia, di sicuro scalda i cuori.


Lo spettacolo è basato sulla celebre fiaba inglese Jack e il fagiolo magico tra continui, improvvisi e spassosi cambi di ruolo, musiche, canti, piccole magie e clownerie.
In scena due stravaganti vagabondi cantastorie, sempre sospesi tra la ricerca di qualcosa da mettere sotto i denti e la voglia inesauribile di giocare. Perché la morale è poi questa: finché c’è il piacere di raccontare, la nostra favola non finisce mai.